Carabinieri
Carabinieri
Cronaca

Botte e minacce per ripagare il debito, due arresti a Trinitapoli

Sottratti €20 e due tablet

A Trinitapoli a finire in manette sono stati il 45enne Giulio Di Lauro e il 34enne Arkadius Sliz Pawel, entrambi noti alle forze dell'ordine e residenti a Trinitapoli, il secondo di origini polacche. I due, pretendendo il saldo di un debito, avevano fatto irruzione all'interno di un'abitazione e, minacciando e percuotendo le due povere vittime, marito e moglie, si erano impossessati di 20 euro, di due tablet e di alcuni indumenti.

Allertati dalle vittime con una richiesta al numero di emergenza 112 prima che i due riuscissero ad entrargli in casa, i Carabinieri della locale Stazione sono intervenuti nel giro di pochissimi minuti, riuscendo a bloccare in flagranza i due malfattori, che sono quindi stati dichiarati in stato di arresto.

Accusati del reato di rapina, sono entrambi stati rinchiusi nel carcere di Foggia.
    © 2001-2018 TrinitapoliViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
    TrinitapoliViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.