ottavio_narracci_commissario_straordinario_aslbat
ottavio_narracci_commissario_straordinario_aslbat
Cronaca

Bufera nella Procura di Lecce, finisce ai domiciliari anche l'ex dg Asl Bat Ottavio Narracci

Coinvolti magistrati e primari. L'accusa è di corruzione in atti giudiziari

E' finito agli arresti domiciliari con l'accusa di corruzione in atti giudiziari l'ex direttore generale dell'Asl Bat, Ottavio Narracci nell'ambito dell'inchiesta avviata dalla Procura di Lecce a carico del pubblico ministero salentino Emilio Arnesano e di altre persone.

L'inchiesta, partita da un provvedimento di dissequestro a carico di Arnesano e poi condotta dalla Procura di Potenza, ha messo in luce una serie di episodi corruttivi con il coinvolgimento attivo di diverse figure di spicco del settore giudiziario e sanitario. In particolar modo, sul fronte Asl, il pubblico ministero si sarebbe impegnato a far assolvere Narracci nel procedimento penale per peculato.

In cambio, il giudice «otteneva - secondo quanto si apprende dai fascicoli d'inchiesta - non solo, soggiorni gratuiti e imbarcazioni a prezzi di saldo, ma anche trattamenti di favore da parte dei medesimi dirigenti della Asl nella prenotazione di visite mediche, nella prenotazione di interventi per familiari, nelle visite a proprie amiche e così via».

In carcere oltre Arnesano, anche Carlo Siciliano, dirigente Asl. Arresti domiciliari per Giorgio Trianni e Giuseppe Rollo, primari rispettivamente dei reparti di Neurologia e Ortopedia dell'ospedale "Vito Fazzi" di Lecce, e Benedetta Martina, avvocato. I provvedimenti sono stati eseguiti questa mattina dai militari del Nucleo di polizia economico-finanziaria della Guardia di finanza di Lecce
  • ottavio narracci
Altri contenuti a tema
Asl BT, Narracci: «Consolidare sistema dell'offerta assistenziale» Asl BT, Narracci: «Consolidare sistema dell'offerta assistenziale» Prima uscita ufficiale del neo Direttore dopo la nomina
© 2001-2018 TrinitapoliViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TrinitapoliViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.