Formedil edilizia andria
Formedil edilizia andria
Scuola e Lavoro

Morti sul lavoro, nella Bat tre dall'inizio dell'anno

Cna Bat: «Ognuno deve fare la propria parte per fermare queste stragi»

"Dall'inizio dell'anno 2019, sono morti 670 lavoratori (compresi i morti sulle strade e in itinere). Di questi lavoratori 329 sono morti sui luoghi di lavoro. E' quanto si rileva dai dati aggiornati al mese di Giugno 2019 da parte dell'Osservatorio Indipendente di BOLOGNA. Si conferma un notevole aumento, rispetto allo scorso anno, delle così dette " Morti Bianche" avvenute in Italia (nel 2018 sono state presentate 1.133 denunce di infortunio con esito mortale).

Sono, purtroppo, interessate tutte le regioni del nostro Paese. 16 lavoratori in PUGLIA – Bari 1 – Bat 3 – Foggia 7 - Lecce 4 - Taranto 1. Non possiamo più consentire che, in un paese civile, ogni anno oltre MILLE lavoratori, dopo aver salutato i propri cari, si rechino al lavoro e non facciano più ritorno. Ognuno deve fare la propria parte per fermare queste stragi".

E' questo l'appassionato appello che il Presidente della CNA BAT Michele De Marinis, ha rivolto ai numerosi partecipanti ai corsi in materia di Salute e Sicurezza nei luoghi di lavoro, che si sono svolti nei giorni scorsi a TRANI, organizzati dalla CNA BAT con il supporto tecnico dell'Associazione CTA e della TECSIAL.

"Siamo sempre più convinti, ha ribadito il Presidente De Marinis, che una informazione e formazione efficiente ed efficace possano contribuire a ridurre drasticamente le vittime sul lavoro e le centinaia di migliaia di infortuni che ogni anno vengono denunciati. Ognuno di noi deve diventare moltiplicatore della cultura della prevenzione e sicurezza sui luoghi di lavoro, affinché venga sconfitta questa piaga".
    © 2001-2019 TrinitapoliViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
    TrinitapoliViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.