Gdf
Gdf
Cronaca

I finanzieri sequestrano beni per 2.5 milioni ai soci di un istituto di vigilanza

L'ipotesi degli inquirenti è la bancarotta fraudolenta

I finanzieri del Comando Provinciale di Barletta, coordinati dalla Procura della Repubblica di Foggia, hanno dato esecuzione ad un Decreto di sequestro preventivo, finalizzato alla confisca, nei confronti dei soci di un istituto di vigilanza privata di Trinitapoli, costituito sotto forma di società cooperativa a responsabilità limitata, già soggetta a procedura fallimentare.

In base alle indagini di polizia giudiziaria, svolte dal Nucleo di Polizia economico-finanziaria della Fiamme Gialle di Barletta ed in relazione agli elementi probatori raccolti nel corso di una serie di perquisizioni locali nei confronti dei tre soci, componenti del consiglio di amministrazione, sono emerse circostanze che hanno consentito di ipotizzare la "distrazione" dei proventi dell'attività commerciale, l'occultamento delle scritture contabili e la mancata richiesta di dichiarazione di fallimento, con conseguente aggravio del dissesto della società in danno dei creditori.

Il pubblico ministero ha perciò richiesto la misura cautelare reale al gip del Tribunale di Foggia il quale, accogliendola, ha emesso un decreto di sequestro preventivo, finalizzato alla confisca, disponendo il sequestro della liquidità nella disponibilità degli indagati, fino alla concorrenza di 2421600 euro, nonché della somma di 74800 euro rinvenuta ad una delle persone indagate, già sottoposta a sequestro, nel corso delle attività di indagine.

Sono in corso approfondimenti investigativi volti ad acquisire ulteriori elementi probatori, tali da corroborate l'impianto accusatorio della Procura della Repubblica di Foggia.
La costante azione della Guardia di Finanza nel contrasto ai reati fallimentari rappresenta lo strumento principale per restituire quanto dovuto ai creditori delle aziende portate illegalmente allo stato di insolvenza. Il procedimento pende nella fase delle indagini preliminari e fino a sentenza definitiva vale la presunzione di non colpevolezza degli indagati.
  • Guardia di Finanza
Altri contenuti a tema
290 furbetti del reddito di cittadinanza scoperti nella Bat, anche a Trinitapoli 290 furbetti del reddito di cittadinanza scoperti nella Bat, anche a Trinitapoli L'operazione della Guardia di Finanza con l'Inps: indebitamente percepiti circa 2 milioni di euro
Guardia di Finanza, bandito concorso per 1030 allievi marescialli Guardia di Finanza, bandito concorso per 1030 allievi marescialli Ecco i requisiti di accesso e i termini di scadenza
Caporalato a Trinitapoli, operazione "Macchia Nera" della Guardia di Finanza Caporalato a Trinitapoli, operazione "Macchia Nera" della Guardia di Finanza Conclusione di una indagine partita nel 2016
Sequestrata vasta piantagione di marijuana, quattro arresti in flagranza Sequestrata vasta piantagione di marijuana, quattro arresti in flagranza Lo stupefacente avrebbe consentito un profitto di due milioni e mezzo di euro
Contrasto al crimine, 4 arresti della Guardia di Finanza per droga Contrasto al crimine, 4 arresti della Guardia di Finanza per droga L'operazione dopo cinque anni di complesse indagini
Contraffazione ed abusivismo, 4 milioni di articoli sequestrati in Puglia Contraffazione ed abusivismo, 4 milioni di articoli sequestrati in Puglia E 44 persone denunciate dalla Guardia di Finanza
Maxi sequestro di aceto balsamico contraffatto: era destinato a Cerignola Maxi sequestro di aceto balsamico contraffatto: era destinato a Cerignola Circa 600mila euro il valore della merce sequestrata
1 “Operazione Benefit”, le Fiamme gialle scoprono una maxi truffa nei confronti dell’Inps “Operazione Benefit”, le Fiamme gialle scoprono una maxi truffa nei confronti dell’Inps Denunciati 36 operatori di Caf nelle Province di Bari e Bat
© 2001-2022 TrinitapoliViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TrinitapoliViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.