Mezzi di Guardia di Finanza e Carabinieri
Mezzi di Guardia di Finanza e Carabinieri
Cronaca

Omicidio Ciociola, per gli inquirenti il responsabile è Rendina

Il 45enne trinitapolese è già in carcere con l'accusa di aver assassinato altre due persone

Avrebbe freddato il 59enne Giuseppe Ciociola, agricoltore di Manfredonia, con un colpo di pistola alla nuca il 12 marzo 2022. Giuseppe Rendina, 45 anni, di Trinitapoli, è stato accusato del delitto: l'ordinanza di custodia cautelare, emessa dal giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Foggia, gli è stata notificata nel carcere del capoluogo dauno in cui è già rinchiuso con l'accusa di aver ucciso Gerardo e Pasquale Davide Cirillo, padre e figlio di 58 e 27 anni, il 31 luglio scorso nei campi tra Cerignola e Manfredonia.

Ciociola è stato assassinato all'esterno del casolare di sua proprietà nelle campagne di Zapponeta.

Secondo quanto ricostruito dai Carabinieri della Compagnia di Manfredonia e dai finanzieri del Gico di Bari, il movente del reato sarebbe riconducibile a ragioni di natura economica. Rendina avrebbe contratto un debito di 60mila euro con Ciociola e avrebbe perciò deciso di assassinarlo utilizzando una pistola lancia razzia modificata, la stessa con la quale quattro mesi dopo si sarebbe reso responsabile del duplice omicidio dei Cirillo.

Ciociola avrebbe chiesto a Rendina la restituzione della somma di denaro che gli aveva prestato qualche mese prima, con la quale avrebbe voluto aprire un'attività di ristorazione. Le pressanti richieste avrebbe indotto il 45enne casalino a sparargli alla nuca mentre era chinato su un banco di lavoro. Rendina avrebbe poi nascosto il cadavere di Ciociola sotto alcuni teli. L'arma non è stata ancora trovata.

I finanzieri del Gico hanno scoperto come, nel 2021, la vittima ha beneficiato di contributi pubblici, destinati alle aziende in difficoltà a seguito della pandemia Covid 19, e di ulteriori somme derivanti da agevolazioni fiscali, per un totale di circa 500mila euro.
  • procura di foggia
  • Guardia di Finanza
  • omicidio Ciociola
  • Giuseppe Rendina
Altri contenuti a tema
Essere donna in divisa: intervista alle donne del comando provinciale BAT Guardia di Finanza Essere donna in divisa: intervista alle donne del comando provinciale BAT Guardia di Finanza Il lato “rosa” delle Fiamme Gialle, tra sacrifici e abnegazione: approfondimento del Viva Network per l’8 marzo
Giocattoli non a norma venduti davanti alle scuole, sequestrati 5000 prodotti nella Bat Giocattoli non a norma venduti davanti alle scuole, sequestrati 5000 prodotti nella Bat Interviene la Guardia di Finanza che lancia un appello: «Segnalate, anche in forma anonima, episodi simili»
Blitz della Guardia di Finanza nella Bat contro la pirateria televisiva Blitz della Guardia di Finanza nella Bat contro la pirateria televisiva In corso l'identificazione degli utenti complici della maxi-operazione "anti-pezzotto"
La Guardia di Finanza festeggia San Matteo: oggi la cerimonia a Barletta La Guardia di Finanza festeggia San Matteo: oggi la cerimonia a Barletta Il comandante provinciale Bat Pierluca Cassano: «Sul territorio fondamentale la collaborazione dei cittadini»
Guardia di Finanza, il bilancio operativo nella Bat da gennaio 2022 a maggio 2023 Guardia di Finanza, il bilancio operativo nella Bat da gennaio 2022 a maggio 2023 L'impegno del Comando provinciale delle Fiamme Gialle
Sequestrati 880.000 prodotti potenzialmente pericolosi per la salute Sequestrati 880.000 prodotti potenzialmente pericolosi per la salute Calzature, articoli di pelletteria e abbigliamento erano privi di alcune informazioni indispensabili per il consumatore
Relazione semestrale Dia: «Nella Bat una criminalità frammentata con tanti clan operativi» Relazione semestrale Dia: «Nella Bat una criminalità frammentata con tanti clan operativi» Organizzazioni in evoluzione, capaci di coniugare i metodi criminali "classici" con le infiltrazioni nell'economia legale
La Finanza scopre 16 lavoratori in nero nella Bat, controlli anche a Trinitapoli La Finanza scopre 16 lavoratori in nero nella Bat, controlli anche a Trinitapoli Tre di essi percepivano il reddito di cittadinanza
© 2001-2024 TrinitapoliViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TrinitapoliViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.