Comune di Trinitapoli
Comune di Trinitapoli
Attualità

Barisciano: «Frequentazioni note a tutti, il ministero ha solo confermato»

Dura nota dell'esponente di Libera Trinitapoli: «Losapio dica se risponde al vero la voce di una richiesta di incandidabilità a suo carico»

«L'ex Sindaco di Trinitapoli Emanuele Losapio ed il suo difensore, l'avvocato Michele Vaira, hanno sferrato nelle ultime ore un duro e inaccettabile attacco al ministero dell'interno». È quanto sostenuto da Lillino Barisciano, già primo cittadino trinitapolese, in una nota a proposito degli ultimi sviluppi inerenti il contenuto della relazione diffusa dal Viminale a motivazione della decisione di sciogliere il consiglio comunale casalino (link all'articolo).

«Va ricordato, innanzitutto, che l'avvocato Michele Vaira rappresenta già il Comune di Trinitapoli come parte civile che sostiene l'accusa nel processo penale sulle intimidazioni con metodo mafioso degli elettori di Trinitapoli nelle elezioni amministrative del 2020 e che ora riveste anche il ruolo di difensore dell'ex Sindaco di Trinitapoli, Emanuele Losapio; ed è proprio in tale ultimo ed opposto ruolo che attacca il ministero dell'interno» ha rimarcato l'esponente di Libera Trinitapoli.

«L'avvocato Vaira, con una forte reprimenda, informa la stampa e la cittadinanza che sulla Gazzetta Ufficiale n° 149 del 28.06.2022 è stata pubblicata una integrazione nella relazione del ministro Lamorgese. La frase originaria contenuta nella relazione era la seguente: "Risultano, peraltro, riscontri certi ottenuti dalla commissione di indagine circa frequentazioni dell'attuale Sindaco con il predetto capoclan ucciso".

Oggi, dopo l'avvenuta integrazione, la frase è stata così riformulata: "Risultano, peraltro, riscontri certi ottenuti dalla commissione di indagine circa frequentazioni dell'attuale sindaco con il predetto fiduciario del capoclan ucciso".

Nella sostanza, dunque, nulla è cambiato! Questa integrazione alla relazione di scioglimento del consiglio per infiltrazioni mafiose mantiene inalterato il proprio contenuto e l'efficacia delle conseguenti determinazioni e mal si concilia, pertanto, con il trionfalismo delle ultime ore dell'avvocato Vaira e del suo assistito, che inopinatamente sostengono che anche questa correzione/integrazione sia diffamatoria, affermando che l'ex Sindaco Losapio non avrebbe mai avuto rapporti, né tantomeno frequentazioni, con il fiduciario del capoclan ucciso» ha rilevato.

«Orbene, non si vuole negare a chicchessia il diritto di difesa ma non ci si può permettere di attaccare con veemenza lo Stato e le sue istituzioni con affermazioni false, perché quelle frequentazioni, note a tutti in città, sono diventate ancora più palesi con il sostegno elettorale connotato da particolare aggressività offerto dal "fiduciario" proprio a favore della lista di Losapio; "fiduciario" che ora è imputato in un procedimento penale in corso» è l'accusa, pesantissima, di Barisciano.

«L'ex Sindaco Losapio si è sempre definito un uomo a servizio dello Stato ma oggi, nel tentativo di negare l'evidenza, non si fa scrupoli nell'attaccarlo frontalmente. È sconcertante! Nella nostra comunità, già così compromessa, andrebbero evitati questi patetici scivoloni propagandistici. Serve piuttosto responsabilità politica. È infatti da irresponsabili ingenerare scontri istituzionali, perché, ricordiamolo, ogni forma di linguaggio anti-Stato è solo terreno fertile per la mafia e il malaffare» ha evidenziato.

«Invitiamo l'ex Sindaco Losapio a parlare con onestà ai nostri concittadini e a non strumentalizzare un'integrazione di due sole parole - che danno conto di una semplice constatazione - rispetto ad una relazione di oltre 90 pagine che descrive ben altro. Trinitapoli chiede verità! iniziando, ad esempio, a dire se risponde al vero la voce che circola insistentemente da giorni in città sulla richiesta di incandidabilità a suo carico» ha concluso Lillino Barisciano.
  • emanuele losapio
  • scioglimento consiglio comunale
  • Comune di Trinitapoli
  • Lillino Barisciano
Altri contenuti a tema
Campo sportivo, l'Audace Trinitapoli alza la voce: «Urge l'omologazione» Campo sportivo, l'Audace Trinitapoli alza la voce: «Urge l'omologazione» La società ha dovuto persino rinunciare ad un campionato giovanile. Chiesto un incontro ai Commissari
Raccolta rifiuti, rischi di rallentamenti nella giornata di venerdì Raccolta rifiuti, rischi di rallentamenti nella giornata di venerdì L'avviso diffuso dalla Commissione straordinaria
Il ministero ammette l'errore: Losapio non ha mai avuto rapporti con un capoclan Il ministero ammette l'errore: Losapio non ha mai avuto rapporti con un capoclan L'avvocato Vaira: «I cittadini hanno diritto di saperlo con chiarezza. Non ritireremo la citazione per danni»
Nuovi interventi di pulizia delle strade e rimozione dei rifiuti abbandonati Nuovi interventi di pulizia delle strade e rimozione dei rifiuti abbandonati La Commissione straordinaria insiste nell'azione di contrasto all'inquinamento ambientale
Il Cpia Bat inaugura un murale davanti alla sede Avis ma i rappresentanti del Comune non ci sono Il Cpia Bat inaugura un murale davanti alla sede Avis ma i rappresentanti del Comune non ci sono L'amarezza dei promotori dell'iniziativa: «Sono risultati inspiegabilmente assenti»
Fondi per i Comuni che promuovono la cultura digitale: il bando Fondi per i Comuni che promuovono la cultura digitale: il bando 80 mila euro di risorse disponibili in totale
Interventi di disinfestazione del territorio Interventi di disinfestazione del territorio Le raccomandazioni dell'azienda che gestisce il servizio di igiene urbana
Trinitapoli rende omaggio a Gino Russo Trinitapoli rende omaggio a Gino Russo Martedì la serata tributo in memoria dell'amato impresario dello spettacolo scomparso prematuramente
© 2001-2022 TrinitapoliViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TrinitapoliViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.