Incendio. <span>Foto Giuseppe Capacchione</span>
Incendio. Foto Giuseppe Capacchione
Cronaca

Impianto di irrigazione distrutto dalle fiamme

Il propietario parlare di «sfregio per l'attività di vigilanza»

Parla di «sfregio in seguito all'attività di repressione dei furti svolta nelle campagne» il proprietario di diversi ettari di terreno al confine fra Trinitapoli e Cerignola. Geremia Buonarrota, una vita ai vertici del Consorzio di Guardie Campestri, è convinto che l'incendio che ha distrutto gli impianti ad ala irrigante sia un gesto mirato. È successo di notte. Non si sa chi abbia agito. Forse una banda. In quattro postazioni diverse distanti fra loro sono stati incendiati i motori che attingevano l'acqua dai pozzi e i tubi degli impianti che erano appena stati rimossi dai terreni per la semina dei finocchi. Tutto è andato distrutto. Sono rimasti solo i manicotti in ferro che il fuoco non è riuscito a sciogliere. Un danno di circa 30mila euro. È stata sporta denuncia ai carabinieri che hanno avviato le indagini. «Il consorzio – ha continuato – negli anni ha contribuito a far arrestare diversi furfanti impegnati nei furti di mezzi agricoli e attrezzature nelle campagne». Da queste parti, infatti, sono diversi gli agricoltori che lamentano di subire ingenti furti di trattori o impianti che vengono poi rivenduti. «Ai contadini – ha concluso – dico di non comprare prodotti rubati. È merce che è stata sottratta a una persona che lavora la terra proprio come voi. Questa gente va solo denunciata».
  • Grazia Elia Stella
Altri contenuti a tema
Libri "rossi" per la zona rossa Libri "rossi" per la zona rossa L'iniziativa della biblioteca comunale
Ferito da colpi di arma da fuoco: muore 26enne di Trinitapoli Ferito da colpi di arma da fuoco: muore 26enne di Trinitapoli Agguato in pieno centro a Margherita di Savoia
© 2001-2021 TrinitapoliViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TrinitapoliViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.